Il diritto di accesso ad Internet è una rivoluzione sociale e culturale prima che giuridica ed economica

Art. 34-bis Cost., accesso ad Internet come diritto sociale.
Camera dei deputati: ddl. Cost n. 1136 del 4 Settembre 2018


NELLA XVII LEGISLATURA:

Senato della Repubblica: ddl. Cost. n. 1561 del 10 luglio 2014 
Camera dei Deputati: ddl. Cost. n. 2816 del 14 gennaio 2015

Internet non è solo libertà di espressione. Internet è un luogo pubblico di esercizio dei diritti ma anche una nuova dimensione economica.

Il riconoscimento dell’art. 34-bis mira a garantire l’effettività della connessione al fine di permettere l’espansione della personalità umana, la tutela e l’evoluzione di ogni attività e di tutti i diritti, bilancinadoli con esigenze economiche come l’attività d’impresa, il lavoro, la creazione tanto della domanda quanto dell’offerta di servizi, la tutela della concorrenza.

Il ritardo italiano in materia di digitale non è solo infrastrutturale (digital divide) ma anche culturale(analfabetismo informatico). E’ per questo che l’art. 34-bis si muove lungo due direttrici: realizzare e implementare le infrastrutture di connessione alla Reteinvestire in formazione, informazione e istruzione a tutti i livelli per diffondere la cultura digitale. Ogni mezzo tecnologico infatti, deve essere accompagnato dalla consapevolezza e conoscenza dello stesso.

Art. 34-bis è il primo disegno di legge Costituzionale realizzato da giovani e open source, che fa propri i valori della condivisione e del #FareRete. Valori questi fondamentali e basilari non solo per Internet ma anche per la democrazia.

La nuova versione di art. 34-bis è attualmente contenuta nell’Atto Camera n. 1136 disponibile sul sito della camera al seguente link :


Conte: inserirei il diritto di accesso ad Internet in Costituzione (6/04/2020)


Pubblicazioni

ACCESSO A INTERNET E NEUTRALITÀ DELLA RETE

SINTESI

Il volume raccoglie gli atti del convegno che si è svolto il 31 marzo 2017 presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Gli argomenti presentati sono alla base di ogni riflessione sul cyberspazio, la dimensione immateriale che Internet ha affiancato a quella tradizionale e materiale, e sui fenomeni giuridici, economici e sociali che in essa si realizzano. Le tematiche del diritto di accesso a Internet e della net neutrality sono trattate da docenti universitari, esperti, professionisti e utenti di Internet secondo un approccio interdisciplinare e multi–stakeholder. I loro contributi si pongono così come tasselli del grande mosaico della rete.