Accesso ad Internet come diritto sociale, art. 34-bis
Accesso ad Internet come diritto sociale, art. 34-bis

Relazione de: Art. 34-bis, accesso ad Internet come diritto sociale

Relazione art. 34-bis, accesso ad Internet come diritto sociale
Scarica la relazione completa sulla proposta di art. 34-bis.
Indice:
1. Introduzione
2. Accesso ad Internet come diritto sociale
3. Esigenze sottese all'art. 34-bis
4. Necessità di una modifica costituzionale
5. Contenuto dell'art. 34-bis
6. Effetti del diritto di accesso ad Internet come diritto sociale
6.1 Tutela ed espansione dei diritti
6.2 Rimozione delle disuguaglianze sociali
6.3 Ripresa economica e lavoro
7. Fenomeno del c.d. Turismo dei diritti
8. Contesto Geo-politico
8.1 In Italia
82. Oltre l'Italia
9. Conclusioni
Art. 34-bis, Accesso ad Internet come di[...]
Documento Adobe Acrobat [1.2 MB]
Audizione dott. Guido d'Ippolito
Audizione informale sui disegni di legge costituzionale nn. 1317 e 1561 (diritto di accesso ad Internet).
Testo audizione del dott. Guido d'Ippolito, responsabile per l'Innovazione digitale di Cultura Democratica.
Audizione informale, diritto accesso Int[...]
Documento Adobe Acrobat [415.9 KB]

Relazione

Introduzione dell’articolo 34-bis della Costituzione,

accesso ad Internet come diritto sociale

Art. 34-bis.

«Tutti hanno eguale diritto di accedere alla rete Internet, in modo neutrale, in condizione di parità e con modalità tecnologicamente adeguate.

La Repubblica promuove le condizioni che rendano effettivo l’accesso alla rete Internet come luogo ove si svolge la personalità umana, si esercitano i diritti e si adempiono i doveri di solidarietà politica, economica e sociale.»

 

 

RELAZIONE sintetica

Quello del digitale è purtroppo in Italia ancora un tema di nicchia. E questo perché il ritardo italiano in questo settore non è solo infrastrutturale (digital divide) ma anche culturale (analfabetismo informatico). Non c’è la consapevolezza dei vantaggi e delle possibilità di crescita offerta dall’ICT così come non c’è domanda di servizi innovativi. Sono questi dati abbastanza allarmanti, soprattutto se confrontati con gli altri Stati, e che inchiodano l’Italia agli ultimi posti di ogni classifica europea e mondiale.
Proprio per risolvere queste esigenze è nato l’art. 34-bis.

L’34-bis è l’articolo che proponiamo di inserire in Costituzione ed è stato interamente realizzato da giovani che, facendo propria la cultural digitale, quella della condivisione, del “fare rete”, hanno realizzato un disegno di legge costituzionale oggi all’esame del Parlamento.

Questo riconosce una volta per tutte la connessione come diritto sociale e lo ricollega al diritto oggi più importante: l’istruzione (art. 34 Cost.). Internet non è solo libertà di espressione, Internet è esercizio di tutti i diritti e doveri, è possibilità di usufruire di infiniti servizi per migliorare le nostre condizioni di vita, è lavorare ed esprimere la propria personalità. Ma tutto questo non può prescindere dalla cultura e quindi dall’istruzione. Soprattutto oggi, in un momento di impoverimento culturale, di fughe di cervelli, di scarsa solidarietà e investimenti in ricerca non si può non ricominciare dall’istruzione facendo di questo il diritto fondamentale per la crescita di tutto il sistema paese.

Non poter usare Internet oggi, vuol dire essere tagliati fuori dal mondo, dal lavoro, dall’economia, dai rapporti personali e della cultura. Riconoscerlo vuol dire dare a tutti le stesse possibilità di crescita personale e professionale.

Internet è un nuovo luogo di esercizio dei diritti e una nuova dimensione economica, imprenditoriale e lavorativa. E’ in quest’ottica onnicomprensiva e trasversale che lo Stato ne deve riconoscere e garantire l’accesso.

Accesso ad Internet come diritto sociale vuol dire che, così come lo Stato realizza scuole ed ospedali per rendere effettivo il diritto all’istruzione e alla salute, dovrà anche realizzare le infrastrutture di connessione alla Rete per rendere effettiva la connessione. Accesso ad Internet come diritto sociale vuol dire che tutti avranno il diritto di accedere ad Internet, ad alta velocità e da ogni luogo d’Italia. In particolare garantirà una connessione stabile e veloce nelle zone “a fallimento di mercato”, quelle in cui gli imprenditori privati non hanno interesse a investire.

L’accesso ad Internet è una precondizione all’esercizio nelle nuove democrazie di tutti i diritti: dalla libertà di espressione (art. 21 Cost.), dal diritto all’istruzione (art. 34 Cost.), all’iniziativa economica privata (art. 41 Cost.) e al buon andamento della PA (art. 97 Cost.).

Internet è ormai sempre più considerato come un bene comune o un servizio fondamentale. Riconoscerne l’accesso, e quindi la connessione, come un diritto sociale significa impegnarsi per lo sviluppo dell’Italia. In particolare vuol dire espandere e tutelare al meglio tutti i diritti, rimuovere le disuguaglianze sociali, incentivare l’economia, creare posti di lavoro, digitalizzare la PA, sviluppando l’impresa e i commerci, aumentare il PIL e tanto altro ancora. Significa puntare su valori basilari e che hanno fatto crescere tanto Internet che le democrazie. Valori come la condivisione delle idee, competenze, energie, la collaborazione, la solidarietà, l’uguaglianza.

 

L’art. 34-bis, è il contributo delle nuove generazioni alle riforme del paese. E’ una rivoluzione culturale e sociale prima che giuridica ed economica in quanto chiede il riconoscimento della parte più innovativa e propositiva del paese. Tutto questo senza perdere di vista, anzi valorizzando la cultura digitale.

 

L’art. 34-bis è quindi la precondizione di tutte le riforme. Vuol dire far raggiungere allo Stato un nuovo livello di civiltà che solo insieme, con la collaborazione e l’apporto di tutti, cittadini, imprenditori, lavoratori, dipendenti pubblici, giornalisti, politici… si può ottenere.

 

Guido d’Ippolito

Responsabile per l’Innovazione Digitale

di Cultura Democratica

guido.dippolito@culturademocratica.org

 

Contatti:

www.art34bis.it

Facebook e LinkedIn: Art 34bis diritto di accesso ad Internet

Twitter e Instagram: @art34bis

Google+ e YouTube: art34bis accesso internet 

Consiglia questa pagina su:

Seguiteci anche sui social

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
art34bis © Commissione Innovazione Digitale di Cultura Democratica; www.culturademocratica.org; Facebook: Cultura Democratica; Twitter: @CulturaDem